.: Progetti :: Servizio civile

"Famiglie forti, ragazzi in gamba"


Il progetto individua i seguenti ambiti di intervento:
1) famiglie in difficoltà temporanea;
2) attività di promozione e realizzazione dell'affido familiare;
3) famiglie dei minori ospiti del Gruppo Appartamento.

Gli obiettivi progettuali, riferiti agli ambiti di intervento, sono così individuati:

  AMBITI INTERVENTO OBBIETTIVO
1) Famiglie in difficoltà temporanea Sostenere famiglie in difficoltà temporanea, con il fine di prevenire l'allontanamento dei minori dalle famiglia di origine
2) Attività di promozione e realizzazione dell'affido familiare, nel contesto di riferimento Promuovere la cultura dell'accoglienza e dell'affidamento familiare, con il fine di poter disporre e impiegare famiglie, appositamente formate, a svolgere il servizio di accoglienza temporanea di minori provenienti da famiglie in difficoltà
3) Famiglie dei minori ospiti del Gruppo Appartamento Sostenere le famiglie dei minori presenti nel Gruppo Appartamento, gestito dalla Cooperativa "Centro Giovanile don Italo Calabrò", e i minori nei loro rientri temporanei in seno alla famiglia di origine. Ciò al fine di dare continuità all'attività svolta presso il Gruppo Appartamento e favorire il rientro definitivo all'interno di un contesto familiare modificato, rispetto le cause che hanno determinato l'allontanamento dei minori

Compiti dei volontari

I volontari svolgeranno funzione di supporto alle varie attività poste in essere dai singoli operatori (Assistente Sociale, Psicologo, Pedagogista, Educatori Professionali) e dall'èquipe.
Negli ambiti di intervento denominati "Famiglie in difficoltà temporanea" e "Famiglie dei minori ospiti del Gruppo Appartamento", i volontari che risponderanno a determinati requisiti, opportunamente formati, saranno: per i minori, una guida ed una presenza costante ed attiva; per i genitori, una risorsa aggiuntiva con l'obiettivo di stimolare e sostenere la loro responsabilità parentale.


Titoli, caratteristiche, requisiti richiesti

Per tali motivi appare necessario privilegiare quei candidati che possiedono un titolo di studio a carattere pedagogico, sociologico, psicologico e/o di esperto nella comunicazione.
Si richiede, inoltre, una predisposizione alla comunicazione e ai processi interattivi, con particolare attenzione alle dinamiche adulto/minore e che abbiano una personalità coerente ed equilibrata. 
Particolarmente apprezzata sarà inoltre la competenza nell'area del disagio minorile e l'aver svolto attività di volontariato in settore analogo a quello del progetto.
Necessaria è la disponibilità al confronto e alla supervisione con il personale. Costituirà titolo preferenziale la conoscenza della realtà locale, sia in termini istituzionali che socio-culturali.
è richiesto il possesso della patente di categoria B.
Sono apprezzate le competenze informatiche, artistiche e di animazione.


Sede

Melito P.S. (RC)


Impegno orario

5 h/g x 6 g/settimana
Posti disponibili
n. 8


Bando e modelli di domanda

Graduatoria Candidati - Anno 2008


Presentazione delle domande

La domanda di partecipazione in formato cartaceo, indirizzata direttamente alla Cooperativa, deve pervenire entro le ore 14.00 del 7 luglio 2008.


Contatti

Tel. 0965 781786
centro.giovanile.mps@libero.it
 

:: Sostegno di prossimità